Logo vegan3000

Una legge per il pasto vegetariano obbligatorio

E' stata presentata alla Camera la proposta di legge 1467 che chiede di introdurre l'obbligo di garantire l'opzione vegetariana in ogni mensa e luogo pubblico di ristoro.

"Un modo serio per rispondere alle esigenze di oltre due milioni di italiani" e non solo, perchè nel nostro Paese sono in tanti a non mangiare carne. "Ci sono gli ebrei e i musulmani, che non mangiano il maiale", e allora ecco la soluzione: una scelta vegetariana in ogni mensa e in tutti i luoghi di ristoro pubblici. A proporla Andrea Sarubbi, primo deputato firmatario della proposta di legge 1467 sulle 'Norme per la tutela delle scelte alimentari vegetariana e vegana'. Sostenuto anche dalla Lav - Lega anti vivisezione - il testo vuole essere un modo per "quanti incontrano difficoltà ogni volta che si recano a mangiare", ha spiegato Sarubbi. Come ha precisato, "capita che nel menù ci siano solo piatti a base di carne o pesce", e il vegetariano quindi non sappia cosa ordinare. "Noi chiediamo che venga sempre proposta una scelta vegetariana nei luoghi pubblici", ha sottolineato. Questa proposta "non è importante solo per i vegetariani, ma anche per le numerose persone di minoranze come quelle ebrea e musulmana".

In quest'ottica, allora, garantire un menù vegetariano, diventerebbe anche "un modo per garantire una maggiore integrazione di queste persone", ha affermato Sarubbi. "Promuovere la cucina vegetariana fa bene all'uomo e all'ambiente", ha ribadito il deputato che mira a far approvare la proposta di legge, possibilmente in tempi rapidi. "Non è la prima volta che il testo viene presentato", ha ricordato Sarubbi. Adesso è approdato in commissione Affari sociali della Camera, dove però, al momento, non risulta ancora all'ordine del giorno. "Per questo vogliamo pubblicizzare la cosa", ha precisato il primo firmatario della bozza. "Magari qualcuno potrà vedere questa iniziativa come qualcosa di poco serio, ma per me e gli altri che hanno sottoscritto la proposta di legge (Rodolfo Viola, Gabriella Giammanco e Gianni Mancuso) si tratta di un impegno serio, che vuole rispondere appunto alle esigenze di oltre due milioni di italiani".

Fonte: http://www.aamterranuova.it/article3882.htm



Visitata 2292 volte



Condividi su


 
Ultime ricette inserite
Ultimi articoli inseriti