Logo vegan3000

Strumenti naturali da usare in cucina

Per alimentarsi in modo corretto, preparare e gustare i vari cibi che fanno parte della nostra tavola, è consigliato utilizzare strumenti semplici di cucina naturale, i quali possono essere facilmente acquistabili nei negozi di alimenti naturali e biologici.

Per le pentole, è bene dare la preferenza a quelle in acciaio inox, ancora meglio quelle a triplo fondo, mentre è sconsigliato l’uso delle pentole antiaderenti, in quanto, consumandosi, esse rilasciano sostanze dannose che passano dal cibo al nostro organismo. Per cuocere, utili, naturali e non nocive sono le pentole in vetro e in terracotta.

La frittura dei cibi è generalmente sconsigliata, poiché tale tipo di cottura emana sostanze dannose; ma chi non ne potesse fare a meno, può utilizzare per cuocere con tale sistema, le pentole tipo wok cinese, meglio se in ghisa.

I piatti e le ciotole da preferire sono quelle in ceramica antica, oppure in legno, in quanto oltre alla comodità e alla piacevolezza, esse presentano il pregio di armonizzarsi con l’energia che il cibo naturale promana.

Le spatole e le posate per girare gli alimenti nelle pentole, per servire i piatti preparati, per gustare i cibi, di qualità migliore e più naturale, sono quelle in legno. Consigliate anche le bacchette di legno cinese per cucinare e quelle corte per mangiare.

La cottura migliore è quella a legna, con cucine alimentate da tale combustibile, seguita da quella a gas, meglio se a metano e poi quella generata dall’elettricità. Il forno a microonde è da evitare, a causa dell’energia di qualità scadente che irradia.

Per pulire gli ortaggi, si possono impiegare spatole, grattugie in legno o in ceramica.

Altri strumenti naturali da usare in cucina sono:
- il caddie, un coltello giapponese adatto al taglio dei vegetali;
‒ il subirachi, un mortaio zigrinato di origine giapponese.

Ma la pulizia a cui prestare maggiore attenzione dev’essere quella delle nostre mani quando prepariamo, tocchiamo e gustiamo il cibo, in quanto durante la giornata le nostre mani sono a contatto con sostanze e oggetti sporchi e nocivi, che non debbono assolutamente trasferirsi nei nostri alimenti e nel nostro organismo.

Perciò, prima di preparare il cibo e di mangiarlo, occorre lavarsi sempre accuratamente le mani, senza però sprecare tanta acqua, bene prezioso e purtroppo scarso per alcune popolazioni dei paesi del Terzo Mondo.

STEFANO SEVERONI



Visitata 1051 volte



Condividi su


 
Ultime ricette inserite
Ultimi articoli inseriti