Logo vegan3000

Malta: basta circhi con animali

Aumentate le multe contro chi maltratta le bestiole

MALTA, VOTO FINALE IN PARLAMENTO: BANDITI I CIRCHI CON ANIMALI


Il Parlamento di Malta ha approvato un disegno di legge che vieta l'uso di animali nei circhi nella sua terza e ultima lettura, ponendo fine a una pratica che aveva preso piede in maniera sempre più controversa negli anni passati.
Il disegno di legge - che è stato approvato all'unanimità - modifica il Welfare Act sugli animali e ora le sue disposizioni si estendono al di là semplicemente del divieto dei circhi. Lo scrive il quotidiano "Malta Indipendent".
Altre modifiche includono sanzioni penali più severe contro coloro che si sono resi colpevoli di crudeltà verso gli animali, tra cui una pena detentiva massima di tre anni rispetto all'attuale di un anno. E non solo.
Le multe più alte - in precedenza 30 mila euro per i primi reati e 50 mila euro per le condanne successive - sono state riviste al rialzo: a 55 mila euro per le prime volte e a 80 mila euro in qualsiasi altro caso.
Il provvedimento prevede anche l'istituzione della carica di amministratore per il benessere degli animali e di un commissario ad hoc con l'obiettivo di rafforzare i poteri esecutivi e meglio definire le competenze degli agenti che si occupano della tutela delle bestiole.
Ma le disposizioni che vietano i circhi animali hanno senza dubbio attirato maggiormente l'attenzione. Negli ultimi anni, le organizzazioni per i diritti degli animali di tutto il mondo hanno intensificato la loro campagna contro l'uso degli animali - in particolare animali selvatici - nelle carovane circensi, sostenendo che si fa spesso ricorso a pratiche crudeli per addestrare gli animali per esibirsi in numeri da circo.
I promotori del circo hanno regolarmente portato circhi con animali a Malta, ma negli ultimi anni sono stati regolarmente bersaglio di proteste. Un certo numero di Paesi ha già vietato l'uso di animali selvatici nei circhi o è in procinto di farlo, mentre un numero più ridotto ha deciso di vietare l'uso di qualsiasi animale. La Bolivia è stato il primo Stato a bandire lo sfruttamento di tutte le specie nel 2009. E la Grecia è stato il primo Paese europeo a farlo tre anni dopo.
Alla fine, Malta ha scelto di seguire l'esempio di queste due nazioni: il disegno di legge afferma che "non è consentito a nessuno di utilizzare animali per spettacoli, mostre, spettacoli o per la formazione dello stesso nei circhi", senza fare distinzione tra animali selvatici e quelli domestici. Ma, nel contempo, si afferma esplicitamente che le disposizioni relative ai circhi non si applicano ai giardini zoologici autorizzati.

Ottobre 2014



Visitata 607 volte



Condividi su


 
Ultime ricette inserite
Ultimi articoli inseriti