Logo vegan3000
Ingredienti

Per 4 persone:
350 gr di bavette
3 cucchiai di olio e.v. oliva
1 mazzetto di prezzemolo
300 gr di pomodori essiccati
1 cucchiaio di salsa di pomodoro
1 spicchio d'aglio
1 pizzico peperoncino piccante in polvere
sale e pepe q.b.

Preparazione

Pulire il prezzemolo, lavarlo e tritarlo, tritare i pomodori essiccati tenendone da parte un paio interi per la guarnizione; sbucciare lo spicchio d'aglio, lavarlo e tritarlo.
Fare cuocere le bavette molto al dente, scolare e tenere da parte 3 cucchiai di acqua di cottura, versare le bavette nello stesso recipiente.
Unire alle bavette l'olio ed il prezzemolo, i pomodori essiccati tritati, la salsa di pomodoro, l'aglio, il peperoncino, un pizzico di sale, una presa di pepe appena macinato, l'acqua di cottura tenuta da parte.
Continuare la cottura della pasta per pochi minuti a fuoco moderato sollevandola con un forchettone.
Versare sul piatto da portata e guarnire con un paio di pomodori essiccati interi, servire caldi.


Ti è piaciuta questa ricetta?
Lascia il tuo voto e/o il tuo commento Grazie!


Condividi su


Note

Ricetta tratta da "La cucina vegetariana", Libro della casa 2003.
(Thanks to Uncaged)

Gradimento  

Vota questa ricetta



Visitata 20664 volte

Gradimento   

Commenti dei visitatori  

Inserisci il tuo commento



un consiglio: buttare tre cucchiai di sale all'accensione del fuoco e portare a bollitura, mentre bolle aggiungere un pizzico di brodo vegetale per concedere un po' di aroma, avvenuta la scolata sfarinare la pasta prima di condire il tutto, ma badate bene di mettere pochissima farina, creerà una crema che aiuterà a legare il sugo creato in precedenza. infine guarnire con basilico attorno al piatto e quattro grani di pepe verde in salamoia al centro. gustare il tutto evitando proprio il pepe verde.

- pat -

Mi è piaciuta, ma avrei ridotto un po' la quantità di pomodori secchi e aumentato quella di salsa di pomodoro.

- Yari -

Vi svelo una "dritta"per cuocere pasta e riso: quando si "butta" pasta o riso a cuocere,da quando l'acqua riprende a bollire,contare con orologio alla mano, la metà dei minuti consigliati per la cottura normale es: se sulla confezione la cottura è di dieci minuti, si farà cuocere per cinque minuti; dopodichè, si spegne il fuoco, si incoperchia e si lascia così per i restanti cinque minuti, dopodichè la pasta o il riso sono belli che cotti!
I vantaggi che si hanno sono due: uno ovviamente un risparmio energetico e due una miglior qualità del prodotto che con una bollitura prolungata disperderebbe nnell'acqua parecchi nutrienti dei cereali di cui sono composti pasta e riso.
PROVATE, FUNZIONA

- bernardo -

Grazie di esistere

- barbara -

 
Ultime ricette inserite
Ultimi articoli inseriti