Logo vegan3000

VERDURA: Portulaca

La Portulaca Oleracea è un ortaggio a foglia appartenente alla famiglia botanica delle Portulacee. Già gli Egizi apprezzavano la Portulaca come ortaggio e pianta officinale e, raccolta allo stato spontaneo o talvolta coltivata, viene consumata da tempi remoti nelle regioni mediterranee, dove è conosciuta anche come "purcacchia" o "purchiacca".

E’ una pianta che cresce spontanea nei campi e nei giardini, dove è reperibile con facilità e si riproduce moltissimo. Spesso viene buttata perché ritenuta invasiva di orti e giardini.

E' considerata una pianta diuretica, rinfrescante e depurativa.

Nel corso degli ultimi anni la Portulaca è stata rivalutata in quanto ha interessanti proprietà nutritive e medicinali: è una delle migliori fonti vegetali dell'acido grasso omega-3, a-linolenico, possiede un elevato contenuto di proteina cruda e di polisaccaridi idrosolubili ed una buona tolleranza alla salinità, è ricca di vitamina C, B1, B2, B3, B6 e provitamina A, inoltre contiene carboidrati, proteine e sali minerali quali calcio, ferro, sodio, fosforo e acido ossalico. L'insieme di queste proprietà fa ipotizzare l'impiego della specie nell’alimentazione umana e non solo. Oltre che per gli usi medicinali (come febbrifugo, anti-scorbuto, antisettico, antispasmodico, diuretico, vermifugo ed antinfiammatorio) ed alimentari, in insalate, zuppe, minestre e risotti, se ne propone oggi un impiego più moderno.

UTILIZZO IN CUCINA
La Portulaca può essere consumata cruda, sola o assieme a pomodori e porri, come insalata, o cotta per preparare zuppe o frittate di ceci (farifrittate).
I rametti tagliati a pezzettini possono essere conservati sottaceto o in salamoia e usati al pari dei capperi.
Alcuni non amano la consistenza mucillaginosa della portulaca, ma questa sua proprietà può tornare utile per addensare minestre e ripieni.
Se la friggete potete eliminare questa caratteristica immergendola, prima di metterla in padella, in una pastella composta di farina e briciole di pane.
Un ottimo modo per gustare la portulaca è farne un insalata cruda, mescolandola con menta e crescione d'acqua.
Questa piantina ha un sapore acidulo simile al limone proprio perchè contiene vitamina C.


Fonti:
wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Portulaca_oleracea
http://it.foodlexicon.org/p0000270.php
http://www.urp.cnr.it/copertine/dedicato/ded_ambiente/pprodotto.php?prodotto=49



Visitata 9530 volte



Condividi su


 
Ultime ricette inserite
Ultimi articoli inseriti