Logo vegan3000

L’inferno esiste, è la vivisezione

di Franco Libero Manco 
 

          Metodo barbaro, disumano, incivile, retrogrado, medioevale della pseudo ricerca scientifica che grida vendetta al cospetto di Dio e della Vita.

          Da oltre un secolo un milione di animali al giorno vengono squartati, avvelenati, immobilizzati fino alla pazzia, accecati, soffocati, infettati, segati, bruciati vivi, evirati, bolliti, congelati, impiccati, affamati, traumatizzati, trafitti, decerebrati, scarnificati, sezionati ecc. Nell’85% dei casi senza anestesia. Con quali risultati? Nessuno. Clamoroso il disastro del tranquillante Talidomide, giudicato innocuo dai test su animali che invece causò la nascita di 10.000 bambini deformi focomelici.

          Se si sperimenta sugli animali perché simili a noi allora è un crimine. Se sono diversi da noi nessun esperimento può essere utile, ma anche se lo fosse sarebbe ugualmente un crimine. Nessun improbabile beneficio potrà mai neutralizzare il delitto di aver torturato e ucciso qualcuno innocente a vantaggio di un altro colpevole. E’ come se degli esseri alieni sperimentassero su di noi le loro armi e i loro medicinali.

          La stricnina, mortale per l’uomo è tollerata benissimo dalle scimmie. Il prezzemolo uccide il pappagallo. I funghi velenosi sono una delizia per la lepre ed i conigli. Di arsenico è ghiotta la pecora. Il limone è veleno per i gatti, e l’elenco potrebbe continuare. In sostanza, se voglio dimostrare che un prodotto è innocuo per l’uomo mi basta somministrarlo agli animali che lo tollerano, e il gioco è fatto.




Visitata 360 volte



Condividi su


 
Hai già provato queste ricette?
Hai già letto questi articoli?