Logo vegan3000
Ingredienti

Per 6 persone
Per la quinoa
500 g di quinoa
1,2 litri di brodo vegetale
olio extravergine di oliva
sale

Nota: è necessario uno stampo in silicone con 6 girasoli (o altra forma a scelta)

Per il contorno esotico
600 g di zucca
600 g di patate
200 g di lenticchie piccole di montagna
1 cipolla
4 spicchi d’aglio
3 o 4 cucchiaini di curry in polvere
400 ml di latte di cocco (1 lattina)
olio di sesamo
sale

Preparazione

Preparazione della quinoa
Dopo averla ben risciacquata sotto acqua corrente servendovi di un grosso colino a maglie fini, fate tostare brevemente la quinoa in alcuni cucchiai di olio extravergine di oliva. Aggiungete il brodo vegetale caldo e lasciatela cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti, sino a che non sarà cotta e il liquido totalmente assorbito.
A questo punto spegnete il fuoco e lasciate riposare per alcuni minuti.
Nel frattempo ungete con un filo di olio uno stampo in silicone coi girasoli: gli stampi floreali sono molto d’effetto e creano presentazioni assai piacevoli, tuttavia se non avete a disposizione quello coi girasoli naturalmente vanno bene anche altri stampi a scelta e secondo la disponibilità.
Versate la quinoa nei singoli stampini, schiacciandola bene con il dorso di un cucchiaio per compattarla e aspettate che diventi tiepida o fredda prima di sformarla nei singoli piatti da portata, affinché non si sfaldi.
Servite la quinoa al centro del piatto con il contorno esotico.

Preparazione del contorno esotico
Ammollate le lenticchie per un paio d’ore: per quelle piccole questa operazione non è indispensabile anche se ne velocizza comunque la cottura.
Mondate la zucca e le patate e tagliatele a dadini.
Tritate finemente l’aglio e la cipolla e fateli ammorbidire nell’olio.
Unite il curry, mescolate e aspettate che rilasci tutto il suo aroma prima di unire la dadolata di verdure.
Per ultimo aggiungete le lenticchie scolate e il latte di cocco.
Lasciate cuocere il tutto a fuoco dolce per circa 25-30 minuti, controllando di tanto la cottura e rimestando con cura. Se necessario aggiungete un po’ di acqua.
Verso fine cottura aggiustate di sale e quando tutto è ben cotto e il liquido assorbito, servite questo contorno assieme ai girasoli di quinoa.


Ti è piaciuta questa ricetta?
Lascia il tuo voto e/o il tuo commento Grazie!


Condividi su


Note

Thanks to Emanuela Barbero, webmaster di Vegan3000 e autrice di libri di cucina vegan

Pubblicata nella rivista STARBENE di Gennaio 2011, pag.56


SCHEDA
Tempo di preparazione: circa 30 minuti
Difficoltà: media

La quinoa è originaria delle Ande e cresce ad altitudini elevate, intorno ai 3000 metri. Essa era l’alimento dell'Impero Inca e la sua semina veniva inaugurata dal re in persona che, con una vanga d'oro, tracciava il primo solco. La quinoa in realtà non fa propriamente parte della famiglia dei cereali, anche se viene spesso cucinata allo stesso modo. Appartiene in effetti alla famiglia delle chenopodiacee, la stessa a cui appartengono spinaci e barbabietole, e per questa ragione non contiene glutine.
In questa nostra proposta fusion vengono coniugati i sapori di due parti del globo lontanissime tra loro: accanto alla quinoa di origine andina vi proponiamo infatti un contorno speziato che si ispira alla cucina indiana, alla scoperta di cibi e sapori da tutto il mondo!

Gradimento  

Vota questa ricetta



Visitata 22087 volte

Gradimento   

Commenti dei visitatori  

Inserisci il tuo commento



Nessun commento

 
Hai già provato queste ricette?
Hai già letto questi articoli?