Logo vegan3000

Primi passi verso il vegetarismo e il veganismo


di Emanuela Barbero


Avete finalmente preso la grande decisione di adottare un'alimentazione meno violenta, ma non sapete bene da dove cominciare e come organizzarvi?

Allora siete capitati nella sezione giusta: ecco di seguito qualche utile consiglio pratico su come cominciare. Naturalmente senza alcuna pretesa di esaustività!

Innanzitutto è doverosa una puntualizzazione: non vivete mai il vostro nuovo stile di vita come una privazione, bensì vivetelo sempre come una scelta.
Una scelta di maggior consapevolezza, di compassione e rispetto verso le altre specie animali, verso gli esseri umani che soffrono e muoiono di fame, verso l'ambiente, verso voi stessi e la vostra salute.
Fate in modo che sia una scelta (possibilmente gioiosa) dettata dal vostro senso di responsabilità piuttosto che una rinuncia a cui vi costringete con rassegnazione.

Scoprirete infatti quante alternative esistano ai prodotti animali, e ogni nuova scoperta vi confermerà non solo che è possibile scegliere altrimenti ma che può essere anche molto appassionante.

Passiamo ora ai primi approcci all'alimentazione, uno degli aspetti in assoluto più importanti e di maggior impatto di questo vostro nuovo stile di vita.

Per un passaggio quanto più piacevole possibile, può essere molto divertente e istruttivo provare nuovi piatti e prodotti, comprese le varie cucine etniche, dilettandosi ai fornelli in tante nuove elaborazioni culinarie, anche semplici, soprattutto all'inizio.

Createvi nuove abitudini a tavola, sperimentate nuovi sapori e preparazioni, vivete questa vostra scelta come una rinascita non solo sul piano etico, salutista e spirituale, ma anche sul piano della quotidianità. Avete la possibilità di contribuire ad un importante cambiamento su tanti piani diversi e di non essere più parte del problema della violenza gratuita verso gli animali, ma di essere finalmente parte della soluzione del problema stesso. Siatene consapevoli e felici.

Se di tanto in tanto la tentazione di addentare qualche cucciolo arrosto o un tenero maialino sotto forma di prosciutto si facesse troppo forte, pensate che anche gli animali hanno la capacità di provare dolore e paura e che anche loro, come noi, hanno voglia di vivere, respirare, rotolarsi su un prato o crogiolarsi felici al sole in una bella giornata: perché dobbiamo continuare ad infierire barbaramente sui più deboli solo per soddisfare la nostra ingordigia?

Quanto consigliato riguardo lo sperimentare nuovi piatti e sapori, vale per il passaggio dall'alimentazione onnivora a quella vegetariana come pure a quella vegan - o vegana che dir si voglia.

L'alimentazione vegan richiede generalmente qualche attenzione ed accorgimento in più, poiché non contempla nessun prodotto di origine animale e non prevede soltanto l'esclusione di carne e pesce.

Nel caso non vi sentiste pronti a passare direttamente all'alimentazione vegan, prendetela comunque in considerazione come tendenza di massima, perché uova e soprattutto latticini fanno male anche a voi oltre che a galline, quaglie, mucche, capre, pecore e agli altri animali sfruttati per le uova e il latte (vedi Perché proprio vegan e non soltanto vegetariani? e Lettera aperta ai vegetariani) !
Abituatevi sin dall'inizio ad assumere una grande varietà di cereali e di legumi, oltre che naturalmente di frutta e verdura. Integrate la vostra alimentazione con frutta secca e oleosa, con semi di sesamo, di girasole, di lino...

Anche se siete vegetariani limitate sempre e comunque l'assunzione di latte, latticini e uova: questi prodotti hanno effetti dannosi sulla vostra salute (a questo scopo vi invitiamo a consultare i numerosi articoli al riguardo sul sito della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, ONLUS - www.scienzavegetariana.it).
E non dimenticate mai che anche dietro a questi prodotti, apparentemente innocui, ci sono in realtà violenza e morte per gli animali (vedi link riportati nel paragrafo precedente).

Quando fate la spesa imparate a leggere attentamente le etichette: è davvero incredibile quanti ingredienti sfuggano ad un acquirente distratto!
Ingredienti non solo di origine animale, ma spesso anche di dubbia salubrità per chiunque - soprattutto se consideriamo la salute delle fasce più a rischio, quelle dei bambini e degli anziani.
Optando per i negozi di alimentazione biologica e naturale sarà molto più semplice fare la spesa; qui troverete moltissimi prodotti e tante ottime alternative, tra cui gustosi piatti già pronti, per chi ha fretta o non ha voglia di cucinare, piatti che non vi faranno di certo rimpiangere quelli della grande distribuzione!
Oltretutto così facendo non contribuirete ad arricchire ulteriormente le multinazionali che stanno distruggendo il pianeta.

Un'obiezione ricorrente è che i prodotti biologici sono più cari: generalmente in effetti è così, ma con quello che risparmierete in carne e formaggi potrete permettervi di mangiare biologico ad ogni pasto!
Inoltre il cibo biologico è senz'altro più naturale, salutare e gustoso: ne va quindi della vostra salute e di quella del pianeta.

Quando invece mangiate fuori casa chiedete, gentilmente ma con fermezza, con quali ingredienti sono preparati i vari piatti del menù (tra quelli che avete già adocchiato come possibilmente veg*ani) oppure cosa contengono i cibi pronti e da asporto che vi accingete ad acquistare. E' un vostro diritto saperlo, un diritto tra l'altro sancito dalla legge, che impone addirittura l'esposizione dell'elenco degli ingredienti: non dimentichiamo infatti il crescente numero dei casi di intolleranze e allergie persino alle sostanze più "naturali" e insospettabili!

Perciò attenzione allo strutto che talvolta viene utilizzato in pane, pizze e focacce; al burro nascosto in alcuni piatti e sughi di verdure, al latte (anche in polvere) e al lattosio in gnocchi e dolci apparentemente vegani, a quella sostanza fetida e maleodorante che è il siero del latte, onnipresente in moltissimi prodotti industriali e di cui si è spesso inconsapevoli "smaltitori".

In questo modo contribuirete a diffondere una maggiore attenzione verso chi ha adottato un'alimentazione veg*ana e allo stesso tempo, più in generale, verso coloro che sono più attenti a ciò che mangiano e consapevoli delle proprie scelte.

Nei ristoranti italiani o nelle pizzerie è facile rimediare qualche portata interamente vegetariana: dalla classica pasta al pomodoro o all'arrabbiata, alle zuppe di legumi o di verdure, ai numerosi contorni, alla pizza con le verdure alla griglia, ecc.
Chiedete comunque sempre una conferma al cameriere, con un sorriso e molta disponibilità da parte vostra anche a... menù di emergenza (talvolta può capitare, anche se la tendenza sta decisamente cambiando).

Non pretendete l'impossibile ma richiedete gentilmente quanto possibile: se siete aperti a provare nuovi piatti, spesso saranno i gestori stessi a suggerirvi inattese quanto gustose alternative! In quest'ultimo caso non dimenticate mai di ringraziare per il servizio che vi è stato riservato: la volta successiva che ritornerete, magari troverete (o la troverà l'avventore veg*ano che entrerà dopo di voi) qualche nuova portata sul menù oppure riceverete nuove stuzzicanti proposte culinarie tutte da provare. A noi è successo spesso! ;o)

Se invece optate per un ristorante etnico o andate all'estero, sappiate che molte cucine straniere contemplano ottimi piatti veg*ani, piatti spesso tradizionali e altre volte invece adattati al gusto degli avventori locali (nel caso dei ristoranti etnici in paesi stranieri).
Il più delle volte i gestori dei locali etnici sono estremamente disponibili ad elencarvi gli ingredienti dei singoli piatti e delle varie portate - o quanto meno a segnalarvi quali non contengono alcun prodotto di origine animale.
In questi casi troverete tante gustose e insospettabili sorprese, dai piatti forti messicani 100% vegetali ai dolci egiziani vegani, dalla speziata e ricca cucina indiana con molti piatti vegetali, a quella non meno ricca mediterranea: spagnola, greca, marocchina, libanese...
Provate, chiedete e sperimentate: sicuramente non mancheranno mai le novità!


Approfondimenti:

Sostituti vegan degli ingredienti tradizionali
www.vegan3000.info/DettInfoNutrizionali.asp?Cod=28

Menù tipo vegano
www.vegan3000.info/DettInfoNutrizionali.asp?Cod=70

FAQ sull'alimentazione vegan e vegetariana
www.vegan3000.info/FAQ_ML.asp?Cod=54

Perché una vita senza carne
www.vegan3000.info/DettInfoNutrizionali.asp?Cod=141

Additivi Alimentari
www.vegan3000.info/AdditiviAlimentari.htm

Additivi di origine animale
www.vegan3000.info/DettInfoNutrizionali.asp?Cod=39
 




Visitata 5955 volte



Condividi su


 
Hai già provato queste ricette?
Hai già letto questi articoli?