Logo vegan3000

Alberelli di Natale al cioccolato

Ingredienti

Per 12 alberelli
1 confezione da 375 g di muesli croccante e vegan
200 g di cioccolato fondente vegan
200 ml di latte di soia alla vaniglia
1 bustina di zucchero a velo

Preparazione

Spezzate il cioccolato e scioglietelo assieme al latte di soia a fuoco basso in un pentolino, facendo molta attenzione a non far attaccare sul fondo.
Unite il muesli e mescolate accuratamente, fino ad ottenere un composto piuttosto denso.
Spegnete la fiamma e lasciate intiepidire un pochino: non fate raffreddare altrimenti si solidifica!
Con il composto ottenuto formate dodici piccoli coni irregolari a forma di alberello disponendoli man mano su una teglia ricoperta da carta forno.
Per perfezionare la vostra opera d'arte appuntiteli leggermente.
Questa volta lasciateli raffreddare completamente.
Quando gli alberelli sono diventati belli solidi disponete delicatamente ciascun alberello su un piattino per dolci e, appena prima di servirli, cospargeteli con lo zucchero a velo servendovi di un colino, così da dare l'impressione di una nevicata.
L'effetto coreografico è garantito e delizierà i vostri ospiti!


Ti è piaciuta questa ricetta?
Lascia il tuo voto e/o il tuo commento Grazie!


Condividi su


Note

© Ricetta di Emanuela Barbero, pubblicata nel libro ”LA CUCINA ETICA FACILE” - Sonda 2007.

NOTA: Questa ricetta è stata copiata e pubblicata illegittimamente, senza alcuna autorizzazione, in un menù di Natale che circola sul web dal 2009, a nome di un'altra persona che la spaccia come una sua creazione, da lei rinominata "Cioccoalberelli".
La stessa persona è stata da noi citata in giudizio per il plagio di un intero ricettario di circa 170 ricette vegan per bambini da lei pubblicato illegittimamente nel 2009.
I giudici hanno verificato i fatti e riconosciuto il plagio a nostro danno e nel 2013 hanno emesso la sentenza di condanna per plagio-contraffazione disponendo la distruzione del libro pubblicato illegittimamente con il nostro lavoro (in tutto circa 170 ricette preparate e scritte da Emanuela Barbero); inoltre hanno condannato la persona che si è resa responsabile del plagio e il suo editore al risarcimento del danno e di tutte le spese legali, stabilendo una elevata penale per ogni singola violazione del divieto di produzione e vendita del libro oggetto di causa.
Nel 2014 la sentenza di primo grado è passata in giudicato, diventando definitiva (sentenza del Tribunale di Milano n. 12344/2013).

Ogni ulteriore violazione dei nostri diritti sarà perseguita a termini di legge.

Gradimento  

Vota questa ricetta



Visitata 9712 volte

Gradimento   

Commenti dei visitatori  

Inserisci il tuo commento



molto bello e molto giusto il commento aggiunto!!!!

- marcella -

 
Hai già provato queste ricette?
Hai già letto questi articoli?