Logo vegan3000

Pâté delle acciughe felici

Ingredienti

Per 4 persone:
8 cucchiai di olio di semi di lino
8 cucchiai di lievito alimentare in scaglie

Preparazione

Una preparazione semplicissima e gustosa, proprio come quelle che piacciono a noi!
In una scodella mischiate la stessa quantità in volume di olio di semi di lino e di lievito alimentare, sino ad ottenere un composto della consistenza di un pâté.
Servitelo spalmato su crostini di pane integrale o di semi come antipasto o stuzzichino, oppure consumatelo come rompidigiuno.
Questo pâté può anche essere conservato in frigrifero in un barattolo di vetro con coperchio per alcuni giorni.


Ti è piaciuta questa ricetta?
Lascia il tuo voto e/o il tuo commento Grazie!


Condividi su


Note

Ricetta di Luciana Baroni, medico nutrizionista e presidente di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana SSNV - pubblicata col suo permesso nel libro "La cucina etica facile" di Emanuela Barbero, Edizioni Sonda, 2007

Un pâté dal gusto particolare, secondo alcune persone sa di acciuga... fortunatamente felice e viva! Per questo lo abbiamo chiamato così.
Si tratta di un pâté ricchissimo di preziosi acidi grassi essenziali omega-3, grazie all'olio di semi di lino... Insomma quello proposto è un modo "gustoso" per assumere l'olio di lino, olio che non tutti amano alla follia. ;o)
Un grande GRAZIE a Luciana per l'originalissima idea! :o)

NOTA: Questa ricetta è stata copiata e pubblicata illegittimamente, senza alcuna autorizzazione, in vari menù che circolano sul web dal 2009, a nome di un'altra persona che la spaccia come una sua creazione, da lei rinominata "Pâté delle alici felici".
La stessa persona è stata da noi citata in giudizio per il plagio di un intero ricettario di circa 170 ricette vegan per bambini da lei pubblicato illegittimamente nel 2009.
I giudici hanno verificato i fatti e riconosciuto il plagio a nostro danno e nel 2013 hanno emesso la sentenza di condanna per plagio-contraffazione disponendo la distruzione del libro pubblicato illegittimamente con il nostro lavoro (in tutto circa 170 ricette preparate e scritte da Emanuela Barbero); inoltre hanno condannato la persona che si è resa responsabile del plagio e il suo editore al risarcimento del danno e di tutte le spese legali, stabilendo una elevata penale per ogni singola violazione del divieto di produzione e vendita del libro oggetto di causa.
Nel 2014 la sentenza di primo grado è passata in giudicato, diventando definitiva (sentenza del Tribunale di Milano n. 12344/2013).

Ogni ulteriore violazione dei nostri diritti sarà perseguita a termini di legge.

Gradimento  

Vota questa ricetta



Visitata 13441 volte

Gradimento   

Commenti dei visitatori  

Inserisci il tuo commento



E' terribile probabilmente per l'olio di lino (8 cucchiai). Ho aggiunto di tutto capperi, olive, tofu, taaanto ma taaanto limone per renderla discreta, è venuta una cremina non meravigliosa ma leggermente appetibile

- Cristina -

Devo chiedere scusa la crema dopo aver decantato in frigo per una notte, è diventata ottima, effettivamente sa di acciughe. Sicuramente la proverò al naturale come da ricetta, comunque con le aggiunte descritte nel primo suggerimento e 1 - 1 1/2 giorno in frigo mi sento di raccomandarla

- Cristina -

buonissimo!!

- enrica -

 
Hai già provato queste ricette?
Hai già letto questi articoli?